RICERCA SCIENTIFICA

Un’attività di ricerca su diversi campi per accrescere la capacità insetticida dei prodotti da utilizzare contro gli insetti nocivi e conoscere le abitudini degli insetti.

Pillola per i viaggiatori agosto 2018

Malaria – Continente africano e India

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), stila alla fine di ogni anno un report col quale aggiorna i dati relativi ai decessi e agli ammalati di Malaria nel Mondo.
Nel World Malaria Report 2017, riporta i dati relativi alla Malaria nel mondo nel 2016.
Globalmente la malaria è ancora presente in 91 Paesi: circa il 90% dei casi di malaria nel mondo e il 91% dei decessi provengono dal continente africano (dati OMS)
In particolare, l’80% del peso globale di questa malattia è sostenuto da 15 Paesi, tutti situati nell’Africa sub-sahariana, fatta eccezione per uno solo: l’India.

La Malaria rende la zanzara al primo posto tra gli animali “killer” presenti su tutto il nostro Pianeta per la diffusione della Malaria (studio finanziato da Fondazione “Bill Gates”). Secondo questo report pubblicato nel 2014, le zanzare detenevano questo record poco invidiabile che contava circa 725.000 vittime all’anno.
Una quantità importante e preoccupante se paragonata, come sottolinea la ricerca, con il numero di vittime di animali come lo squalo o il lupo ai quali ne sono attribuite “appena” 10.


Negli ultimi anni però questo numero si sta riducendo ed è già sceso sotto le 500.000 vittime, che comunque resta un numero altissimo, pur registrando una significativa diminuzione del 48% per la Regione dell’Asia sudorientale, del 20% per la Regione Africana e del 22% per quella delle Americhe.

In Europa i casi di Malaria d’importazione invece, rimangono stabili.
Si tratta, infatti, di un’infezione a cui i viaggiatori diretti in zone endemiche, e personale medico, dovrebbero prestare particolare attenzione ed attuare azioni preventive a salvaguardia della propria salute.

In particolare, i trattamenti di cura per la malaria sono a base di artemisinina (ACTs): l’artemisinina è un estratto dall’Artemisia annua impiegato nella lotta alla Malaria. Questo principio attivo è stato isolato per la prima volta nel 1972 dalla farmacista cinese “Tu Youyou” che, grazie a questa scoperta, ha vinto il premio Nobel per la Medicina nel 2015.

Prima di mettersi in viaggio per Paesi a rischio Malaria, è necessario consultare il sito del Ministero della Salute o rivolgersi al Servizio Sanitario Nazionale per assicurarsi di prendere le dovute precauzioni e prepararsi al meglio al proprio viaggio.

L'impegno di Vape Foundation

Esperienza e innovazione, sensibilità e solidarietà sono la linfa vitale della Fondazione,
in sintonia con le necessità della società e dell’ambiente.

Vape Foundation
Via Isonzo, 67 40033 Casalecchio di Reno (Bo) Italia | © 2017 Vape Foundation | CONTATTI | COOKIE | PRIVACY