RICERCA SCIENTIFICA

Un’attività di ricerca su diversi campi per accrescere la capacità insetticida dei prodotti da utilizzare contro gli insetti nocivi e conoscere le abitudini degli insetti.

Cos’è il virus Chikungunya

Vape Foundation pubblica una nota informativa sul virus e qualche consiglio utile. Piercarlo Salari, medico chirurgo specialista in Pediatria e divulgatore scientifico che collabora con Vape Foundation, spiega: “Il virus Chikungunya provoca una malattia i cui sintomi ricordano quelli dell’influenza: febbre, brividi, mal di testa e dolori articolari e muscolari. Proprio a questi ultimi è dovuto il nome del virus, che in lingua swahili esprime l’atto di contorcersi a seguito del dolore, che induce ad assumere una postura raccolta e a muoversi il meno possibile. Il virus, scoperto negli anni 50 in Tanzania e attualmente diffuso soprattutto in Africa e Asia, può dare anche luogo a un´eruzione cutanea pruriginosa e in alcuni casi sintomi gastrointestinali, come nausea e vomito. La malattia ha un andamento benigno e nella maggior parte dei casi si risolve spontaneamente nell’arco di qualche giorno, a volte anche senza la necessità di una terapia sintomatica. I dolori articolari, tuttavia, possono persistere più a lungo”. L´infezione non si trasmette per contatto diretto tra uomo e uomo o per via aerea, ma a seguito di punture da parte di zanzare infette. Il periodo di incubazione della malattia è di pochi giorni (da 2 a 12 per l’esattezza) e non esiste un trattamento specifico. I dolori articolari possono persistere a lungo e richiedere l’impiego di antinfiammatori. In persone anziane o debilitate a causa per esempio di importanti patologie concomitanti, possono verificarsi complicanze, proprio come avviene per altre malattie virali quale l´influenza. Per questo è importante consultare tempestivamente il proprio medico se, oltre alle morsicature di zanzara, si accusano i disturbi appena descritti. PREVENZIONE Gli interventi efficaci per la prevenzione ed il controllo della diffusione del virus si basano sulla eliminazione delle zanzare, che sono il vettore che diffonde la malattia, (soprattutto le zanzare del genere Aedes, come ad esempio aedes albopticus, nota come “zanzara tigre”), a livello sia di Pubbliche Amministrazioni sia individuale. Per evitare il contagio con le zanzare e proteggersi dalle punture – eliminando la causa del virus – è utile l´uso di repellenti cutanei e zanzariere. Si consiglia, inoltre, di utilizzare abiti di colore chiaro (i colori scuri o quelli accesi attirano gli insetti) con maniche e pantaloni lunghi, che coprano la maggior parte del corpo. Va tra l’altro puntualizzato che la zanzara tigre, a differenza delle altre specie, può pungere anche durante le ore diurne. COSA FARE SE SI PENSA DI ESSERE STATI CONTAGIATI DAL VIRUS: – È opportuno consultare il proprio medico di famiglia o la struttura sanitaria locale; – per informazioni sono a disposizione dei cittadini il numero verde regionale (800 033 033), i Dipartimenti di sanità pubblica delle Aziende sanitarie della Regione Emilia-Romagna e il numero del Ministero della Salute (06-59943307).

L'impegno di Vape Foundation

Esperienza e innovazione, sensibilità e solidarietà sono la linfa vitale della Fondazione,
in sintonia con le necessità della società e dell’ambiente.

Vape Foundation
Via Isonzo, 67 40033 Casalecchio di Reno (Bo) Italia | © 2017 Vape Foundation | CONTATTI | COOKIE | PRIVACY